Dal 10 novembre 8 spettacoli dedicati ai bambini dai 3 ai 12 anni, da condividere con mamma e papà. Abbonamenti fino al 31 ottobre

Da quest’anno anche laboratori di teatro e di pittura per i piccoli spettatori nel progetto curato da La Piccionaia

 

(Vicenza – 04.10.2013) – Pinocchio e Cenerentola, ma anche Marco Polo, clown, pinguini e altre sorprese ancora, per uno spazio dedicato ai bambini, ai genitori, ai nonni e ad ogni tipo di famiglia, all’insegna della fantasia e del divertimento: a partire dal 10 novembre torna al Teatro Astra FAMIGLIE A TEATRO 2013-2014, il progetto de La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione per il Comune di Vicenza con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Banca Popolare di Vicenza e Askoll.

 

Le migliori compagnie nazionali di Teatro Ragazzi sono state selezionate per portare in scena anche quest’anno otto spettacoli presentati in doppia replica. Gli abbonamenti sono in vendita fino al 31 ottobre.

Inaugura il programma, domenica 10 novembre (ore 15 e 17), Teatro Distinto con “IL GIOCO DEL LUPO”, vincitore al festival Giocateatro 2013. Uno spettacolo poetico e divertente, popolato da pupazzi e strani giocattoli, che esplora l’emozione dell’aggressività dandole forma attraverso il gioco teatrale attraverso i personaggi di un insolito principe e del suo maggiordomo: per conoscere questo sentimento e scoprire fino a che punto è possibile esprimerlo, senza il rischio di restare soli.

Si prosegue domenica 24 novembre (ore 15 e 17) con “LA GATTA CENERENTOLA” di Oltre il Ponte: musica, canzoni, attori e pupazzi per un delizioso spettacolo che si ispira ad una delle fiabe de “Lo cunto de li cunti ovvero lo trattenemiento de peccerille” di Giambattista Basile (1634), che racconta la più antica versione della fiaba di Cenerentola e delle fate dell’isola di Sardegna: perché, anche se la vita non è per tutti una fiaba, è pur sempre una bellissima avventura.

Eccezionalmente sabato 7 dicembre (ore 20.30) e domenica 8 (ore 17) va in scena la nuova produzione per ragazzi targata La Piccionaia e intitolata “LA CHIAMARONO MARIA”. Scritto e diretto da Ketti Grunchi, sul palco insieme alla giovane Delfina Pevere e al violoncellista Davide Pilastro, lo spettacolo è il racconto poetico e sospeso di un annuncio, di un sì, di un grande mistero. Una visione laica dell’infanzia di Maria, per una storia antichissima, dolce e a tratti ingenuamente comica, che riafferma il valore della trasmissione orale tra le generazioni, la preziosità del rapporto madre-figlia e l’importanza del sacro.

L’anno nuovo si apre domenica 26 gennaio (ore 15 e 17) con i tre clown pasticcioni di Teatro Necessario in “NUOVA BARBERIA CARLONI”: nei panni di tre aspiranti barbieri, artisti indiscussi del cuoio capelluto, i protagonisti rilevano un’antica barberia decisi a riportarla ai fasti di un tempo e a  risolvere a suon di lozione ogni problema, esibendo orgogliosi il loro talento tra acrobazie, giocoleria e risate.

Una collaborazione d’eccezione quella da cui nasce lo spettacolo in scena domenica 9 febbraio (ore 15 e 17): “20 DENTI DA LATTE” de Il Libro con gli Stivali è infatti scritto da Marta Dalla Via, vincitrice insieme al fratello Diego del Premio Scenario 2013. È La storia di Minna e del suo dentino che dondola sulla gengiva, e che a un certo punto si stacca per fare posto a qualcosa di nuovo. Una fiaba tenera e poetica che affronta il tema del distacco: un viaggio attraverso il naturale ciclo della vita per scoprire che la paura è uno sforzo inutile.

Si continua con una rivisitazione originale della fiaba classica del Brutto Anatroccolo, una tenera metafora della ricchezza che c’è nella diversità: “IL PINGUINO SENZA FRAC”domenica 23 febbraio (ore 15 e 17) con Teatro delle Briciole – Solares delle Arti racconta infatti il viaggio nell’immenso e sconosciuto Nord del pinguino Limpo, nato senza frac. Solo al ritorno dalla sua avventura lontano da mamma e papà, Limpo si accorgerà di indossare un meraviglioso frac, segno dell’esperienza fatta e del coraggio dimostrato.

Ci porterà lontano, sulla rotta di paesi sconosciuti l’appuntamento di domenica 16 marzo (ore 15 e 17) con “MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE” di Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani. Un percorso teatrale sul tema dell’esplorazione, della conoscenza e del meraviglioso attraverso il diario di viaggio di un diciassettenne Marco Polo alla scoperta di usi e costumi, linguaggi, profumi e musiche di chi vive in luoghi lontani dai nostri.

Gran finale, sabato 29 marzo (ore 20.30) e domenica 30 (ore 17) con  “LE AVVENTURE DI PINOCCHIO” portato in scena da Fontemaggiore. Uno sguardo insolito su un libro che, come tutti i classici, non finisce mai di stupire. Questa volta un Pinocchio ormai adulto capita per caso nel Granteatro dei Burattini e, incontrando tutti i personaggi della storia  – il Grillo, la Fatina, il serpente sibilante, il giudice gorilla, le faine canterine e il suo babbo nella pancia del pescecane – rivive la sua infanzia a ritroso fino a diventare di nuovo “il solito ceppo d’albero fatato”. Uno spettacolo dedicato a tutti quei Pinocchi, grandi o piccini, che non vogliono smettere di essere monelli.

 

Oltre agli spettacoli, quest’anno vengono proposti anche tre laboratori teatrali per i piccoli spettatori della rassegna, in compagnia degli artisti della stagione. Sabato 9 novembre (ore 16.30) Teatro Distinto condurrà “Io / l’altro”, un percorso di conoscenza reciproca attraverso esercizi di gruppo, a coppie e singoli, in cui il corpo, la voce e la parola diventano strumenti per liberarsi dai propri timori ed utilizzare le proprie potenzialità espressive, con particolare attenzione alle emozioni (curiosità, paura, empatia…) legate all’incontro con l’altro. Sabato 7 dicembre (ore 16.30) sarà la volta di “Più piccolo / più grande” a cura di Ketti Grunchi e Delfina Pevere (La Piccionaia), per coppie composte da un genitore e un bambino, per giocare con il corpo e reinventare insieme il tempo e lo spazio. Infine, sabato 25 gennaio (ore 16.30) Teatro Necessario condurrà il laboratorio “Il gioco del clown”, un percorso ludico per scoprire le potenzialità espressive del corpo con le più semplici tecniche di giocoleria e clownerie alla ricerca del “proprio clown”, ossia del proprio lato ridicolo. I piccoli partecipanti avranno modo di esplorare la propria creatività, divertendosi e superando la paura del giudizio.

.

Tornano infine i laboratori di pittura curati da Atelier Modigliani per bambini dai 5 anni in su, sul tema degli spettacoli “La gatta Cenerentola”, “20 denti da latte”, “Marco Polo e il viaggio delle meraviglie”.

 

E come ogni anno, prima e dopo gli spettacoli sarà attivo il punto di ristoro Equobar, con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.

Attivi come sempre i due parcheggi gratuiti: per le repliche delle 15 quello del Circolo Tennis (accesso da Contrà della Piarda – dopo Contrà Barche a sinistra), per quelle delle 17 quello della Provincia di fronte al Teatro. I parcheggi hanno una capienza limitata: si consiglia di arrivare un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

 

E’ possibile abbonarsi all’intera stagione (adulto intero 40 euro, adulto ridotto 32 euro, bambini 24 euro) oppure ai percorsi di 5 spettacoli Coccinella – pensato per bambini dai 3 ai 6 anni – o Lupetto  – dedicato ai bambini dai 6 ai 12 anni (adulto intero 27 euro, adulto ridotto 22 euro, bambini 18 euro). Gli abbonamenti sono in vendita fino al 31 ottobre presso l’ufficio del Teatro Astra (Stradella Barche 5, Vicenza) con i seguenti orari: dal martedì, al venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18. Il mercoledì pomeriggio aperto fino alle 19 e il sabato mattina dalle 10 alle 13.

I biglietti (adulto intero 6,50 euro, adulto ridotto 5 euro, bambini 4 euro, diritto di prevendita 0,50 euro), saranno in vendita dal 5 novembre. Confermata anche quest’anno la promozione Porta il nonno a teatro: un nonno e due nipoti entrano a teatro con 10 euro.

I laboratori del sabato pomeriggio per chi acquista un biglietto costano 13 euro l’uno oppure 35 euro il percorso di tre appuntamenti, mentre per gli abbonati 10 euro l’uno o 25 euro per il percorso completo.

 

Informazioni per il pubblico

Ufficio Teatro Astra

Stradella Barche 5

Tel. 0444 323725, info@teatroastra.it

www.teatroastra.it

 

_______________________________________________________

Informazioni per la stampa e accrediti:

Gloria Marini

La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione

Tel334 9187656mail gloria.marini@piccionaia.org