900Il Giornale di Vicenza, sabato 03 giugno 2017

Sessantaquattro tra bambini, giovani e adulti, dai 9 ai 69 anni, si preparano a salire sul palco del Teatro Astra: sta infatti per essere presentata la restituzione scenica finale di “Fabbricateatro 16/17″, il percorso laboratoriale che anche quest’anno è stato condotto dalla regista, attrice e formatrice Ketti Grunchi e organizzato da La Piccionaia in collaborazione con Polo Giovani B55. L’appuntamento è domani alle 21 con “900”, un allestimento liberamente ispirato a “Novecento” di Alessandro Baricco e incentrato sul tema delle rotte, dei segni migratori, del mare come “strada” per raggiungere un altrove. Oggi come ieri, e come nel celebre monologo teatrale portato sul grande schermo da Giuseppe Tornatore con “La leggenda del pianista sull’oceano”. Lo spettacolo, scritto e diretto dalla stessa Grunchi, è il risultato di un percorso lungo sette mesi, che ha coinvolto gli allievi del laboratorio con modalità diverse pensate in base alle età e alle caratteristiche dei partecipanti. Giunto quest’anno alla sua quinta edizione, “Fabbricateatro” è un percorso formativo nato con l’obiettivo promuovere la cultura teatrale con particolare attenzione alle giovani generazioni. Un progetto incentrato sull’espressione, sulla ricerca e sull’innovazione dei linguaggi che, accanto ai consueti incontri settimanali, ha dato l’opportunità agli allievi di assistere agli spettacoli del cartellone del contemporaneo del Teatro Astra e di partecipare a workshop intensivi con altre realtà del panorama nazionale come Giovanni Berretta, Marta Dalla Via e Anagoor (quest’ultimo in programma i prossimi 17 e 18 giugno, iscrizioni restano aperte fino al prossimo 8 giugno). Senza dimenticare che “Fabbricateatro” è anche un’occasione per conoscere più da vicino il mestiere dell’attore, in particolare per chi coltivi il sogno di farne una professione. Biglietto unico a cinque euro.