Sabato 8 luglio debutta il percorso della Piccionaia scritto dai drammaturghi Carlo Presotto e Paola Rossi e dagli architetti Sophia Los e Giovanni Traverso. Grazie ad un sistema di whisper-radio, Presotto condurrà il gruppo in una conversazione nomade tra Santa Lucia, la Chiesa di Araceli e Parco Querini.

É un Silent Play totalmente inedito quello che si prepara a debuttare sabato 8 luglio. In doppia replica alle 18 e alle 19.30, con partenza dalla Galleria Mirror (Contrà Porta Santa Lucia 16/18), andrà infatti in scena “SILENT FIREFLIES”, l’ultimo nato in casa Piccionaia all’interno del progetto di narrazione urbana guidato da Carlo Presotto, nonché primo tra i percorsi realizzati finora ad avere per protagonista l’affascinante tema della luce. Un appuntamento che si inserisce nella rassegna “L’estate a Vicenza 2017″ promossa dall’Assessorato alla Crescita del Comune di Vicenza.

“SILENT FIREFLIES” nasce dal lavoro di un’equipe multidisciplinare capitanata dall’autore e regista del Centro di Produzione Teatrale vicentino, con il quale hanno collaborato l’attrice e autrice Paola Rossi nonché due architetti, entrambi impegnati sui temi della sostenibilità e della bioarchitettura: Giovanni Traverso, esperto in progetti sperimentali relativi all’uso della luce, alla massimizzazione della luce naturale e all’interazione tra illuminotecnica e ritmi biolologici, e Sophia los, specializzata in un approccio psicologico e antropologico di impostazione sistemica. Il risultato è una passeggiata nel tramonto, accompagnata da una colonna sonora di racconti, suoni e suggestioni alla ricerca di relazioni tra energia, vita, luce e ombra. Un percorso in tre tappe, dall’ascolto delle trasformazioni della luce nello spazio urbano delle relazioni, passando per lo spazio racchiuso di un volume architettonico – la Chiesa di Araceli – e i mutamenti percettivi che in esso hanno luogo, fino all’esplorazione di Parco Querini, in ascolto del dialogo tra elemento naturale e arte dell’uomo, tra i propri sensi e i propri pensieri ed emozioni.

Realizzato con il sostegno di Gruppo WeDo e in collaborazione con l’OAPPC di Vicenza, “SILENT FIREFLIES” è un’esperienza della durata di circa 75 minuti, pensata per un gruppo di 50 persone. Alla conduzione, lo stesso Presotto che, grazie ad un sistema di whisper-radio, trasformerà la passeggiata in una conversazione nomade e interattiva, attraversata da suggestioni come il tema della luce nel mito, la scoperta del fuoco e dell’ombra animata, l’adattamento dello sguardo alla luce, la paura del buio, l’inquinamento luminoso e l’esperienza del cielo stellato, i ritmi circadiani, la luce-immagine dei led. E una domanda, che riecheggia le parole di Pierpaolo Pasolini nel celebre articolo di “Scritti corsari”: “Sono davvero scomparse le lucciole?”

Il progetto “SILENT PLAY” quest’anno si avvale di una tecnologia rinnovata grazie al sostegno della Regione Veneto attraverso il bando “POR FESR 2014.2020” a favore delle imprese culturali, creative e dello spettacolo.

L’itinerario si farà (con l’ombrello) anche in caso di pioggia.
Biglietti € 6. La partecipazione è a numero limitato, si consiglia la prenotazione.

Info e biglietteria:
Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 – Vicenza
telefono 0444 323725, info@teatroastra.it
www.teatroastra.it

Scarica il comunicato stampa
Galleria fotografica


 

Informazioni per la stampa:
Gloria Marini
La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale
334 9187656 – gloria.marini@piccionaia.org