RITO DELLA MOLTITUDINE Orazioni per un futuro presente
Workshop di teatro con Fratelli Dalla Via

Workshop: 19 e 20 maggio ore 10-13 14-18, Polo B55 (Contrà Barche 55, Vicenza)
Performance 21, 22, 23, 24 maggio

docenti preparatori: Fratelli Dalla Via
ideazione: Giovanni Costantini per Festival Biblico
coordinamento artistico: Paola Rossi per La Piccionaia
consulenza artistica e organizzativa: La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale

Workshop di due giorni con i Fratelli Dalla Via, durante il quale i dieci attori selezionati, divisi in gruppi, daranno penna, corpo e voce a performance che saranno presentate in luoghi di attesa della città.
I performer verranno divisi in due gruppi che si muoveranno indipendentemente.

La solitudine non è mai con voi; è sempre senza di voi, è soltanto possibile con un estraneo attorno: luogo o persona che sia, che del tutto vi ignorino, che del tutto voi ignoriate. “Uno, nessuno, centomila” L. Pirandello

Un IO segreto, un IO confidenziale, un IO pubblico, un IO ideale sono narratori del nostro quotidiano e i loro racconti non sono coerenti.
Proponiamo una riflessione teatrale sull’essere individuo nella comunità, mettendo al centro della ricerca un’idea contemporanea di preghiera. Un ‘idea che vogliamo mettere in crisi con quel sentimento del contrario che caratterizza la nostra drammaturgia. L’orazione 2.0 è atto intimo che può essere praticato in solitudine o in massa, con abitudine o con creatività. Pregare è manifestare le proprie paure, è desiderare, è guarire, è mettere in relazione il particolare con il tutto.
La preghiera è una domanda che innesca una matrioska di domande sul presente, per il futuro.
Può essere la protesta di chi non accetta il mondo così com’è?

La fede come bisogno o come pretesto accompagnerà ancora l’umanità nelle sue trasformazioni tecno-sociali?

Primo giorno di workshop: IMMAGINARE LA PAROLA
La prima parte del laboratorio sarà dedicata alla scrittura e rielaborazione di alcuni spunti drammaturgici ispirati alla letteratura contemporanea e a quella religiosa. Ne usciranno schegge di pensieri in forma di preghiera.

Secondo giorno di worksop: REALIZZARE LA PAROLA
La seconda giornata sarà dedicata alla trasformazione delle orazioni contemporanee in azione scenica. Un rito frastagliato in microstorie che prenderà vita alle casse dei supermercati, all’uscita di scuola, in coda all’ufficio postale.

Per creare una cerimonia flash-mob di contenuti tesi all’avvenire.

La call è rivolta a giovani attori dai 18 ai 35 anni, che abbiano alle spalle o stiano vivendo un percorso formativo specifico.
La partecipazione è gratuita, vitto e alloggio sono a carico del Festival Biblico.
Sono richiesti curriculum e lettera motivazionale da inviare entro il 13 aprile 2018 all’indirizzo info@teatroastra.it, seguirà un colloquio telefonico.
La selezione avverrà a giudizio insindacabile della commissione artistica, composta da Fratelli Dalla Via, Festival Biblico e La Piccionaia.