Il 24 giugno a Cattolica “Da dove guardi il mondo?”, realizzato con la direzione tecnica di Martina Ambrosini. E ancora: il 14 luglio a Santorso e il 28 a Lugano. La danzatrice e attrice originaria di Valdagno è stata la vincitrice nel 2017 dell’importante riconoscimento dedicato al teatro emergente per le nuove generazioni.

 È stata l’autrice rivelazione del Premio Scenario Infanzia 2017, il più importante riconoscimento nazionale per il teatro emergente under35 dedicato alle giovani generazioni: nata a Valdagno nel 1988, la giovane danzatrice e attrice Valentina Dal Mas è un’eccellenza artistica e creativa che riempie di orgoglio il nostro territorio. Gli studi a Parigi e in Italia con i maggiori coreografi internazionali, una solida collaborazione con la storica compagnia Abbondanza/Bertoni e, più recentemente, l’inizio di un percorso produttivo con La Piccionaia. Fino al premio ricevuto l’anno scorso con la sua prima creazione autoriale. Ed è proprio con questo lavoro, dal titolo “DA DOVE GUARDI IL MONDO?”, che Valentina Dal Mas sarà ospite di “SCENARIO FESTIVAL 2018”, il nuovo progetto di Associazione Scenario che per la prima volta vede intrecciarsi la fase clou del Premio – la visione degli otto studi finalisti e la proclamazione del vincitore – con una retrospettiva dedicata ai vincitori di alcune delle passate edizioni. Da Teatropersona con il suo indimenticabile “Il Principe Mezzanotte” (2008) a Principio Attivo Teatro con “Storia di un uomo e della sua ombra (mannaggia ‘a mort)” (2010), passando per Davide Giordano con “John Tammet fa sentire le persone molto così :-?” (2012) e lo speciale appuntamento con un grande nome del teatro di narrazione italiano, nonché ideatore del Premio nel 1987 – Marco Baliani – che presenterà il suo spettacolo-cult “Frollo”: tutte compagnie destinate a lasciare, negli anni, un segno profondo nel teatro per le nuove generazioni. Tra queste Valentina Dal Mas, che andrà in scena domenica 24 giugno (ore 21.30) in Piazza Roosevelt e, in caso di pioggia, al Salone Snaporaz. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

“Lo spettacolo colpisce per la coerenza dei linguaggi messi in opera – recitava la motivazione della Giuria – e per il rigore con cui il corpo-voce dell’artista è capace di mostrare, senza retoriche e ideologie, il percorso di crescita di una bambina ‘diversa’. Attraverso una danza spezzata che diviene parola interpretata, leggera e fluida, per poi tornare al movimento senza soluzione di continuità, Valentina Dal Mas riesce a parlarci non solo della singola bambina quanto della condizione di ‘minorità’ che accompagna ogni infanzia nel confronto con il mondo adulto delle regole e della norma, suggerendo ad ognuno che è sempre possibile cercare e trovare un ‘punto di allegria’.

Scritto e interpretato da Valentina Dal Mas con la sapiente direzione tecnica di Martina Ambrosini, lo spettacolo è una co-produzione Abbondanza/Bertoni – La Piccionaia ed è dedicato al giovane pubblico a partire dai 6 anni. Protagonista è Danya, una bambina di nove anni che non ha ancora imparato a scrivere. Lungo il cammino che porta alla scrittura si ferma, perde dei pezzi. Forse le mancano, o forse quelli che ha non sono giusti per lei. Passo dopo passo, incontra quattro amici, ognuno portatore di qualità fisiche, caratteriali e comportamentali che li rendono diversi e unici di fronte ai suoi occhi curiosi. Il primo si distingue per fermezza e precisione, il secondo per determinazione e rigore, il terzo per fantasia e desiderio di scoperta, il quarto per volontà di raccogliere e unire. Danya impara a conoscere i quattro amici. Si diverte a provare ad essere come loro nel modo di muoversi, di parlare e di relazionarsi con loro stessi, gli altri e il mondo. Di ognuno conserva qualcosa e, pezzo dopo pezzo, Danya riesce a completare il suo puzzle e a riprendere il cammino per giungere al suo “punto di allegria”.

“SCENARIO FESTIVAL 2018” nasce per la direzione artistica Cristina Valenti, con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, ATER Circuito Regionale Multidisciplinare, Comune di Cattolica. Ufficio Cinema-Teatro, con il patrocinio del Dipartimento delle Arti – Alma Mater Studiorum Università di Bologna e in collaborazione con Cronopios. Accanto agli spettacoli, è in programma anche la presentazione del volume curato da Cristina Valenti “Scenari del terzo millennio. L’osservatorio del Premio Scenario sul giovane teatro” (Titivillus Editore) e il laboratorio teatrale dai 12 ai 17 anni dal titolo “Dietro lo” specchio, condotto dalla compagnia Babilonia Teatri, altra eccellenza regionale (con base a Oppeano nel veronese) esplosa sulla scena contemporanea nazionale con la vittoria a Premio Scenario 2007 con il rivoluzionario “Made in Italy” e recentemente entrata a far parte della direzione artistica “a 5” de La Piccionaia, insieme a Carlo Presotto e ai Fratelli Dalla Via.

Dopo la data di Cattolica, “DA DOVE GUARDI IL MONDO?” non si ferma: tornerà “in casa” il 14 luglio, precisamente a Parco Rossi, Santorso (ore 18) nell’ambito di Operaestate Festival, mentre il 28 luglio volerà in Svizzera, ospite dell’8° edizione del “LONGLAKE FESTIVAL DI LUGANO”.