Nell’ambito del progetto “Start the Change!” promosso da Progettomondo.mlal l’8 marzo a Vicenza il laboratorio di scrittura creativa condotto dall’attrice e drammaturga de La Piccionaia. Un concorso internazionale per sensibilizzare i giovani sul tema delle migrazioni e dello sviluppo sostenibile. L’attrice e drammaturga de La Piccionaia terrà due moduli formativi gratuiti, a Vicenza e a Verona.

Prosegue la collaborazione tra La Piccionaia e Progettomondo.mlal nell’ambito del progetto “START THE CHANGE!” di cui l’organizzazione è promotrice e che coinvolge ben 12 paesi europei con azioni finalizzate a concorrere alla realizzazione dell’Agenda 2030 per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs). Dopo le iniziative di formazione realizzate lo scorso anno e dedicate in particolare a educatori e docenti della scuola secondaria sui temi dell’educazione alla cittadinanza globale, protagonisti saranno questa volta i giovani dai 14 ai 19 anni, a cui è dedicato “WRITE THE CHANGE!”, concorso internazionale per soggetti cinematografici sui temi della migrazione e dello sviluppo sostenibile. Una bella opportunità, che vedrà la premiazione dei 3 vincitori del concorso durante il Giffoni Film Festival il prossimo luglio, oltre ad un premio di 1.500 euro per il primo classificato. E, per tutti i partecipanti, la possibilità di usufruire gratuitamente di un laboratorio di scrittura creativa condotto dall’attrice e drammaturga del Centro di Produzione Teatrale vicentino Paola Rossi: un modulo formativo di 3 ore e mezza che si terrà venerdì 8 marzo (dalle 14.30 alle 18) presso Porto Burci, durante il quale i ragazzi potranno acquisire le competenze base per la creazione dell’elaborato per il contest. Coinvolta nel progetto anche la città di Verona, dove il laboratorio si è tenuto il 28 febbraio presso Palladio 22 Think Square, sempre a cura di Paola Rossi. Le iscrizioni al concorso sono aperte fino al 31 marzo.

Regolamento completo su www.startthechange.eu.

“Le storie non conoscono confini – spiegano gli ideatori del progetto –. Il contest si rivolge a tutte le ragazze e i ragazzi convinti che le storie abbiano il potere di cambiare il mondo. Da sempre le persone si spostano ad un luogo all’altro alla ricerca di una vita migliore. Oggi, però, in tutta Europa le narrazioni su migrazioni e migranti sono perlopiù negative. ‘Write the change!’ è parte di un progetto più ampio, ‘Start the change!’, che ha lo scopo di attivare i giovani in tutta Europa perché approfondiscano i temi della migrazione e dello sviluppo sostenibile e agiscano nelle proprie comunità. Ai partecipanti chiediamo di produrre, ciascuno secondo la propria sensibilità, un soggetto cinematografico che parli di questi temi. Attraverso queste nuove prospettive sulla migrazione, i giovani possono contribuire a contrastare le narrazioni negative e a proporre un cambiamento positivo”.

I soggetti possono essere presentati in forma scritta o di storyboard disegnato o fotografico (non sono ammessi i formati multimediali) e possono essere sottoposti da singoli o da gruppi i cui componenti abbiano almeno 14 anni prima della fine dell’anno accademico in corso e non ne abbiamo più di 19. Possono essere soggetti per il cinema, per una serie tv, per un video on-line, per una campagna sui social network, ecc… Le opere devono includere un breve testo massimo 10 righe che descriva lo spirito del progetto, il riassunto della storia e il genere dell’opera proposta. Il soggetto completo deve essere di almeno una pagina e di massimo 15 pagine di lunghezza. Gli elaborati vanno inviati via mail a stc.contest@mlal.org entro il 31 marzo 2019. La giuria di Progettomondo.mlal selezionerà i 3 soggetti migliori, che saranno sottoposti alla giuria internazionale la quale ne valuterà il grado di creatività e il potenziale impatto nel cambiare attitudini e visioni.

Parallelamente al concorso, continua l’impegno di Progettomondo.mlal nelle scuole: dopo le esperienze dello scorso anno, che hanno visto la performance interattiva “MEMORIE DEL NOSTRO FUGIMENTO” inserita nel programma delle giornate formative per educatori e docenti di scuola secondaria sui temi dell’educazione alla cittadinanza globale, il Silent Play scritto da Carlo Presotto e Diego Dalla Via verrà riproposto per i ragazzi di due Istituti superiori di Vicenza e Verona il 18 e 19 marzo. Multimediale e immersiva, la performance, realizzata in collaborazione con Non Dalla Guerra e incentrata sul tema del profugato, si è rivelata infatti un efficace dispositivo per il coinvolgimento dei giovani, tanto da essere adottata da Caritas Jordan per la formazione di base di volontari in partenza per contesti sociali e umanitari.

“L’obiettivo – spiega Carlo Presotto – è mettersi ‘nei panni dell’altro’. Avvicinare i ragazzi al tema delle migrazioni ponendo l’attenzione sull’incontro con l’altro come possibilità e ricchezza piuttosto che come emergenza o problema. Perché, se è vero che negli ultimi 20 anni le migrazioni hanno subito nella nostra percezione una forte accelerazione quantitativa, si tratta in realtà di un fenomeno che fa da sempre parte della vita della nostra specie sulla terra”.

Per informazioni e iscrizioni: Chiara Antonello – Progettomondo.mlal – educazione.antonello@mlal.org – 045 8102105

Scarica il comunicato stampa in word
Galleria fotografica


Ufficio stampa:
Gloria Marini
La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale
334 9187656 – gloria.marini@piccionaia.org