con Mariangela Granelli, Maria Pilar Pérez Aspa e Francesco Villano adattamento e regia di Carmelo Rifici scene e…

con Mariangela Granelli, Maria Pilar Pérez Aspa e Francesco Villano
adattamento e regia di Carmelo Rifici
scene e costumi Margherita Baldoni
musiche di Daniele D’Angelo
luci Alessandro Verazzi
assistente alla regia Agostino Riola

Yerma è il nome che Federico García Lorca scelse per la protagonista femminile del suo secondo dramma popolare e come titolo dello stesso testo. Alla domanda perché scegliesse soprattutto donne come protagoniste dei suoi testi, il poeta rispondeva: “Perché le donne sono più passionali, più umane, più vegetali”. Tutto il teatro di Lorca ruota attorno a donne che diventano simboli. E quindi Yerma – un aggettivo che nello spagnolo corrente si usa solo per definire la terra – con questo testo diventa simbolo dell’incapacità di creare. Yerma è arida, secca, inutile.
Da un lavoro pluriennale sulla vita e le opere del grande poeta spagnolo nasce questo spettacolo: il dramma della sterilità ma soprattutto il dramma della scelta. Ed è proprio nella scelta che risiede la bruciante contemporaneità di questo testo e la ragione che ha spinto la compagnia a volerlo mettere in scena, questa volta affidandosi ad un regista esterno, il pluripremiato Carmelo Rifici, ritrovando nelle sue scelte artistiche e poetiche molte affinità con le atmosfere di cui parla il testo e volendo dare, in un momento di forte individualismo sociale, un segno di trasversalità e condivisione con realtà e figure teatrali affini.

Atir (Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca) nasce nel 1996 a Milano da sette giovani neo-doplomati alla Scuola d’Arte Drammatica. Fin dalla sua fondazione, la direzione artistica è affidata a Serena Sinigaglia. Un teatro, il loro, semplice, diretto, chiaro, energico, privo di ermetismi o retorica; un teatro che sta dentro la realtà, dentro al tempo, spunto di riflessione sull’oggi. Da sempre Atir ha promosso e sviluppato diversi tipi di laboratori nella convinzione che il lavoro sul palco sia lo strumento più importante per sviluppare la propria creatività e far crescere una nuova generazione di artisti. Nel 2007, dopo undici anni di nomadismo fra sale di prova, teatri, residenze e festival a Milano e in Italia, Atir ha sentito l’urgenza e il bisogno di trovare un luogo dove fermarsi. E così ha ottenuto in gestione il Teatro Ringhiera, zona sud di Milano. Uno spazio che ha vinto il Premio Hystrio 2012 per la sua attività.

BIGLIETTI
Intero € 13  | Ridotto € 11 (diritto di prevendita € 1,50)
Ridotto gruppi € 10 (min. 10 persone)
Studenti scuole superiori € 9

ACQUISTA ON.LINE 
PRENOTA ON.LINE

INFORMAZIONI
Ufficio Teatro Astra
tel 0444 323725
http://www.teatroastra.it | info@teatroastra.it


Prenota spettacolo


Data/ora spettacolo

Cognome

Nome

Telefono

E-mail

Numero totale di posti che si intendono prenotare

Note aggiuntive

Cliccando sul tasto prenota dichiari di aver letto e accettato la normativa privacy di questo sito