enimirc

enimirc
di Andrea Fagarazzi e I-Chen Zuffellato

Lo spazio scenico è il luogo dove avviene un crimine.
Può l’arte commettere un crimine? Un progetto che mette in discussione, in bilico, il rapporto e i ruoli di performer e di spettatore, a partire da una collaborazione attiva tra pubblico e performer. È prevista anche la possibilità di essere bendati e invitati dai performer/assistenti, con precise indicazioni, ad eseguire delle piccole azioni, segni drammaturgici prestabiliti, in un rapporto di fiducia in cui saranno assistiti con cura e attenzione. Attraverso un processo di decostruzione del crimine, citando crimini popolari e delitti invisibili, si delinea così un’azione mimetica che agisce proprio su quel confine che tradizionalmente separa l’osservato e l’osservatore, l’attivo ed il passivo, operando sui diversi livelli dello sguardo.


Prenota spettacolo


Data/ora spettacolo

Cognome

Nome

Telefono

E-mail

Numero totale di posti che si intendono prenotare

Note aggiuntive

Cliccando sul tasto prenota dichiari di aver letto e accettato la normativa privacy di questo sito