una raccolta di materiali per un progetto di spettacolo ispirato alla scrittura di Andrea Pazienza: uno dei più grandi fumettisti italiani di sempre, creatore di personaggi indimenticabili come Zanardi, Pentothal e Pompeo. E però, paradossalmente, scelto dai Fratelli Dalla Via come fulcro di questo loro nuovo percorso teatrale più come autore di testi che non come disegnatore. Per l’occasione, i Dalla Via collaborano con cinque freestyler vicentini – DJ Ms, Lethal V, Moova, Rebus eZethone – portandoli con sé nelle varie tappe di lavoro


primo studio (7 maggio 2015 | Teatro Astra Vicenza)
personale politico pentothal

restituzione della residenza condotta a Vicenza
Siamo ai blocchi di partenza di un viaggio lungo e visionario che attraverserà le dense tavole di “Le straordinarie avventure di Pentothal” di Andrea Pazienza. Il “Pentothal” è anche chiamato “siero della verità”: ma quale verità? La verità della Storia, del ’77 a Bologna? La verità della mia voce, del mio pensiero qui e ora in questa città? La verità onirica di Paz? Proveremo a cantare e ricreare queste domande non per trovare una risposta ma per rendere acrobatiche le parole del nostro futuro. Personale. Politico. Pentothal.

Teatro Astra di Vicenza - Fratelli Dalla Via  Teatro Astra di Vicenza - Fratelli Dalla Via  Teatro Astra di Vicenza - Fratelli Dalla Via


secondo studio (14 – 19 marzo 2016 | Teatro delle Briciole Parma)
stato di felicità permanente

restituzione della residenza condotta a Parma
La trasferta emiliana dei Fratelli Dalla Via ha preso avvio con una residenza artistica (dal 14 al 17 marzo 2016 ) al Teatro al Parco di Parma, durante la quale Marta Dalla Via ha condotto un laboratorio di scrittura per la scena rivolto a giovani attori intitolato “PER UN PENTOTHAL PARLATO”: quattro giornate di sperimentazione narrativa a partire dalle tavole pazienziane de “Le straordinarie avventure di Pentothal”, racconto in dormiveglia sullo sfondo delle contestazioni studentesche del Marzo bolognese. “Geniale inventore lessicale – spiega Marta Dalla Via -, Andrea Pazienza era connesso e al tempo stesso disconnesso dalla realtà storica e politica che lo circondava, ed è un compagno ideale per una ricerca drammaturgica che riesca a coniugare sogno e attualità, disperazione e divertimento”. Obiettivo del laboratorio: la creazione di narrazioni intrise di magico realismo che siano personali, politiche, oniriche e storiche.

Ma l’evento culminante sarà sabato 19 marzo, quando il Teatro al Parco ospiterà una vera e propria festa, intitolata “STATO DI FELICITÀ PERMANENTE”: a partire dalle ore 22 fino all’1 di notte, la compagnia sarà impegnata nella messa in scena dello studio presentato l’anno scorso a Vicenza, integrato con i nuovi elementi drammaturgici emersi nel corso del laboratorio. Non solo: a interagire con la parte teatrale ci saranno anche i cinque rapper vicentini – DJ Ms,Lethal V, Moova, Rebus e Zethone – già con Marta lo scorso maggio, che avranno nel frattempo sviluppato una collaborazione con i loro colleghi parmigiani e si esibiranno durante la serata con incursioni di freestyle, open mic, rime e basi composte per l’occasione sulle tematiche di Andrea Pazienza in chiave contemporanea. Ad arricchire il tutto, le videoproiezioni a cura di Roberto Di Fresco e, per finire, dj set e danze fino a notte.
Stato di Felicità Permanente  - Parma 



terzo studio ( 30 aprile 2016 | Teatro Astra Vicenza)
oltre alice

restituzione della  residenza condotta a Vicenza in occasione del progetto classico/contemporaneo. incontro con il pubblico al termine della presentazione

“Ho in mente un racconto scenico dedicato a Radio Alice, voce narrante del Marzo Bolognese. Le reali trascrizioni delle trasmissioni radiofoniche e il linguaggio immaginifico del celebre fumetto di Andrea Pazienza Le straordinarie avventure di Pentothal sono gli spunti drammaturgici. Le luci saranno puntate su parole-proiettile che raccontano, feriscono e guariscono. Un distopico programma radiofonico si srotola su un tappeto cronologico delirante come certi sogni. Il gruppo di giovanissimi attori di Fabbricateatro è al centro di un elastico teso tra coscienza politica e incoscienza creativa. Viviamo in una società che si regge in piedi perché ha una burocrazia. Il sottotesto di questa burocrazia è la minaccia dell’uso della forza. La creatività è un modo per mantenere viva la propria libertà individuale a favore della collettività.”
Marta Dalla Via


si ringraziano
FEDERICA EMANUELA BONAN | ANNA BORGHERO | PAOLO BRUNO | DANA CONZATO KERAN | VALENTINA DALL’ARA | PATRIZIA DUSO | ELISA GEREMIA | LAURA GIBERTI | MARIANGELA METTIFOGO | ROBERTO MARIA NAPOLETANO | MICHELA ROSSATO| CRISTINA SABINO | CRISTINA SPERMAN | SERGIO URSO | RUGGERO VIERO | BEATRICE MUSIG |GAIA DE LUCA |VIRGI CANALI | IMANE ELMASNAOVI | SIMONE ARGANINI | SILVIA CARRÀ | SARA SACCHI | GIADA CIPOLLONE | ELISA MANDIROLA | DELFINA PEVERE | JULIO ESCAMILLA | FABIO BENETTI | AURORA CANDELLI | FRANCESCA BELLINI | NICOLE CECCHINATO | GIOVANNI GOTTARDO | MATILDE ROSSATO | ELENA FAVERO | 


Prenota spettacolo


Data/ora spettacolo

Cognome

Nome

Telefono

E-mail

Numero totale di posti che si intendono prenotare

Note aggiuntive

Cliccando sul tasto prenota dichiari di aver letto e accettato la normativa privacy di questo sito