Scuole Medie

tutti all'astra | 36° rassegna teatro scuola

uno spettacolo di inQuanto teatro
con Elisa Vitiello e Davide Arena
testo Matilde Piran e Andrea Falcone
illustrazioni Mattia Vegni
disegno luci e tecnica Monica Bosso
regia Giacomo Bogani

età consigliata 13-18 anni
tecnica usata teatro d’attore

spettacolo Vincitore Premio Scenario Infanzia 2018

“Storto. Perché anch’io ho diritto di sbagliare, ogni tanto.
Ho diritto. Capito? Ho diritto di cambiare strada.
Di deragliare. Di essere un problema.
Di andare storta. Di esserlo.”

“Storto” è uno spettacolo su una fuga e un ritorno; è una graphic novel teatrale spietata e pop; è la ricerca di una lingua per raccontare la diversità e il conflitto, dando voce ai sentimenti di chi li vive.
Sopravvivere al liceo è complicato. Ognuno cerca il proprio posto e per trovarlo è disposto a nascondere le parti di sé per cui prova vergogna. Che succede quando quella parte di te è in realtà un’altra persona? Come entra nella tua identità il fatto di avere un fratello disabile?
Oppure: cosa puoi fare se ti senti “diverso” dagli altri, ma non riesci a capire il motivo? Se niente di quello che ami sembra piacere a qualcun altro?
“Storto” è uno spettacolo che parla di barriere e di modi per superarle. Lo fa dal punto di vista di due studenti del liceo, ragazzi normali eppure in difficoltà, che scappano insieme, ancora prima di conoscersi. È l’inizio di un viaggio che li porterà ad accettare se stessi. Entrambi “Storti”, a loro modo. Ma i “dritti”, poi, esistono sul serio?
All’origine di questo spettacolo c’è un testo autobiografico di Matilde Piran, giovane autrice veneta, scritto durante il suo Biennio a Scuola Holden. Da quel nucleo è iniziato il dialogo con Andrea Falcone e con inQuanto teatro, la giovane compagnia  di Firenze che ha deciso di portare in scena “Storto” e presentarne un estratto al Premio Scenario, concorso nazionale di teatro per le nuove generazioni. Questa collaborazione è nata da una sensibilità affine: la volontà di dar voce a storie “minime”, normali e la convinzione che ci sia bisogno di onestà e in una certa misura di “spietatezza” per veicolare dei contenuti ai più giovani, nel rispetto della loro intelligenza.

Qui, la motivazione della giuria del premio Scenario Infanzia, presieduta da Maria Maglietta, attrice drammaturga e regista teatrale, e composta da Stefano Cipiciani, presidente e direttore artistico di Fontemaggiore, Cira Santoro, Responsabile della programmazione Teatro ragazzi di ATER Associazione teatrale dell’Emilia Romagna, Federica Zanetti e Cristina Valenti, entrambe docenti dell’università di Bologna:

«La compagnia, con un organico e maturo lavoro di gruppo, mette in campo linguaggi molteplici per raccontare diversità e conflitti. In un tracciato drammaturgico lineare ed efficace, i segni della scena si incastrano a restituire la complessità di un percorso necessario a una messa a fuoco della propria identità. Lo spettacolo nasce da esperienze personali degli autori. Questo nucleo passionale trova in una scrittura asciutta, nella calda interpretazione degli attori, in un attento utilizzo delle immagini grafiche, in un ritmo incalzante, la strada giustamente “spietata” per arrivare agli spettatori. La capacità e il coraggio di mettere in scena la diversità, facendola diventare un valore esistenziale, è ancora più apprezzabile in questo momento storico, in cui il “diverso” viene fatto apparire come il capro espiatorio di mali e disagi sociali che hanno invece altrove le loro cause profonde. Il gruppo si rivela quindi capace di una visione poetica della parola politica.»

inQuanto teatro è una compagnia fondata a Firenze nel 2010. Realizza spettacoli, percorsi didattici e progetti multidisciplinari. Sia che si tratti di presentare uno spettacolo che di condurre un laboratorio, l’obiettivo è lo stesso. Coltivare e trasmettere una maggiore consapevolezza espressiva, nella convinzione che questa sia uno strumento fondamentale di comprensione del mondo e partecipazione, in particolare per le giovani generazioni. Nei suoi progetti la compagnia ha coinvolto e continua a coinvolgere giovani professionisti (dalla grafica alla scrittura, passando per la composizione musicale, la fotografia e la video arte) integrando il loro contributo al lavoro di un nucleo artistico stabile.
La compagnia, vince il premio Scenario Infanzia nel 2018, e ha ottenuto negli anni vari riconoscimenti in prestigiosi concorsi nazionali (vincitore del bando SIAE Sillumina nel 2017, finalista  al Premio DNA di Romaeuropa Festival nel 2016, vincitore del bando Giovani Artisti per Dante di Ravenna Festival nel 2015, vincitore del bando Giovani in Scena nel 2013, Menzione della Giuria al Premio Scenario 2011, finalista al Premio Scenario Infanzia nel 2010). Dopo le prime importanti collaborazioni come quelle con Kinkaleri, La Piccionaia, il Teatro di Rifredi, Associazione Muse e Le Murate Pac, dal 2014 la compagnia ha inoltre iniziato una produzione autonoma, partecipando con proposte originali alle attività culturali del Comune di Firenze, realizzando spettacoli ed eventi per la rassegna Estate Fiorentina.


Prenota spettacolo


Data/ora spettacolo

Cognome

Nome

Telefono

E-mail

Numero totale di posti che si intendono prenotare

Note aggiuntive

Cliccando sul tasto prenota dichiari di aver letto e accettato la normativa privacy di questo sito