invidiatemi come io ho invidiato voi

invidiatemi come io ho invidiato voi

con Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Emiliano Masala, Bianca Pesce,Francesca Porrini, Giuseppina Lembo, Giorgia Senesi, Elena Arcuri

assistente regia Agostino Riola
scene e costumi Eliana Borgonovo
disegno luci Matteo Crespi
elaborazioni musicali Marcello Gori
Premio Mariangela Melato come Attore emergente
Premio Fersen 2013 alla Regia

“C’è come un teorema nel nuovo testo di Granata: l’ignoranza mantiene qualcosa
di poetico e di genuino solo quando resta legata al mondo della campagna, ad un
mondo regolato dalle leggi della natura, quando questo mondo si perde e le regole si smarriscono resta solo una cieca ottusità, capace di generare unicamente violenza.” Carmelo Rifici
Dopo l’applauditissimo Antropolaroid, Tindaro Granata torna al Teatro Astra. Ispirato ad una storia vera accaduta qualche anno fa in provincia di Perugia, il suo nuovo lavoro si muove sul terreno arduo della pedofilia. Un’altra storia che viene dalla terra: questa volta, però, non dalla terra sicula e calda di Antropolaroid, ma da una terra cementificata che produce personaggi cha hanno perso la purezza, l’innocenza, e infine se stessi. Una storia fatta di persone che amano, ma nient’altro che loro stesse, in una società che ha stuprato la sua infanzia, i suoi desideri, i suoi
sogni, il suo futuro. Lo spettacolo è una sorta di processo, in cui tutti sono accusatori e insieme accusati. Non è importante capire di chi sia la colpa, ma il motivo per cui vi sia una colpa. E a questo, solo lo spettatore può tentare di dare una riposta. Il contadino siciliano emigrato (in una strana emigrazione contemporanea, di pochi chilometri) non può che raccontare il cambiamento, la trasformazione e quindi la propria corruzione: la cementificazione lenta e graduale della propria anima.

Tindaro Granata siciliano, nato a Tindari nel 1978. Dopo il diploma di geometra si imbarca per un anno su Nave Spica, pattugliatore d’altura, in qualità di meccanico artigliere. Poi si trasferisce a Roma per fare l’attore e qui lavora in un negozio di scarpe prima e in un ristorante dopo. Privo di formazione accademica, frequenta un corso di recitazione e viene scelto da Massimo Ranieri per lo spettacolo Pulcinella. È il 2002. Da allora ha inizio la sua carriera artistica. Partecipa a numerosi progetti in Italia e all’estero e collabora ripetutamente con Carmelo Rifici.
Trova con Antropolaroid (Premio della Giuria Popolare al concorso Borsa Teatrale Anna Pancirolli 2010 e Premio della Critica dell’Associazione Nazionale Critici Teatrali nel 2011) la consacrazione tra i giovani talenti della nuova scena italiana per la sua capacità di riscoprire in chiave originalissima il teatro dei racconti e dei proverbi della terra sicula. Invidiatemi come io ho invidato voi ha debuttato nel 2013 al Festival delle Colline Torinesi

BIGLIETTI
Intero € 13  | Ridotto € 11 (diritto di prevendita € 1,50)
Ridotto gruppi € 10 (min. 10 persone)
Studenti scuole superiori € 9

ACQUISTA ON.LINE 
PRENOTA ON.LINE

INFORMAZIONI PER LA STAMPA

Scarica il comunicato

Ufficio Teatro Astra
tel 0444 323725
http://www.teatroastra.it | info@teatroastra.it


Prenota spettacolo


Data/ora spettacolo

Cognome

Nome

Telefono

E-mail

Numero totale di posti che si intendono prenotare

Note aggiuntive

Cliccando sul tasto prenota dichiari di aver letto e accettato la normativa privacy di questo sito