di Ketti Grunchi con Caterina Battilana, Francesca Bellini, Elisa Bertocco, Elena Bertocco, Giulia Beschin, Gaia Boaria,…

di Ketti Grunchi

con Caterina Battilana, Francesca Bellini, Elisa Bertocco, Elena Bertocco, Giulia Beschin, Gaia Boaria, Paolo Bortolaso, Tecla Boscolo, Tommaso Campana, Aurora Candelli, Francesca Casarotto, Francesca Castaldo, Anna Cazzavillan, Nicole Cecchinato, Arianna Cusmano, Dana Conzato Keran, Filippo D’Este, Domenico Frascati, Francesca Fressola, Laura Ghiotto, Viola Gigante, Giovanni Gottardo, Anna Grammaticopolo, Riccardo Laiacona, Ada Lavarda, Emilia Lewartowska, Marta Maistrello, Greta Marchetto, Riccardo Martignon, Catia Melison, Pietro Melpignano, Monica Antonello, Giancarlo Munarini, Emma Pellizzaro, Remo Peronato, Delfina Pevere, Angelo Pilan, Alvise Romanzini, Micol Rosin, Matilde Rossato, Andrea Stella, Federica Tommasi, Luigi Vannucci, Viviana Vezzani, Emma Vezzaro, Giulio Zanforlin

UTOPIE 1.0 / VORREI ESSERE LIBERO coinvolge nella sua restituzione scenica tutte le età e le tensioni dei suoi 50 partecipanti, utilizzando il teatro come uno spazio “ininterrotto” da percorre e luogo di incontro di percorsi individuali e collettivi sul tema della libertà. Un concetto che si lega indissolubilmente a quello di utopia. Libero di sognare, libero di camminare nel territorio del mondo, libero di amare, libero di aspirare ad un mondo libero. Ma immediatamente emergono le metafore – “libero come…” – e le costrizioni che la società impone a tutti noi, fin da bambini: libero di…, libero da… E, ancora, i desideri: “Vorrei essere libero come un falco, come un granello di sabbia nel deserto, come il vento, come il mare, come un bambino, come un urlo nel silenzio, come il mattino, come il mare, come gli angeli… libero come un uomo”.


FABBRICATEATRO è il progetto di laboratori teatrali realizzato da La Piccionaia con la direzione artistica di Ketti Grunchi, in collaborazione con Polo Giovani B55 e in stretta sinergia con la programmazione del Teatro Astra. Un’iniziativa nata con l’obiettivo di promuovere la cultura teatrale e dare sostegno all’innovazione con particolare attenzione verso le giovani generazioni. Un laboratorio incentrato sul lavoro teatrale, che nasce con l’ambizione di veder crescere una nuova generazione di attori, in una fucina di ricerca in cui coltivare il desiderio di espressione e studiare nuovi linguaggi. Nel programma, anche la visione critica di alcuni degli spettacoli della stagione di teatro contemporaneo dell’Astra, e incontri e workshop con alcuni tra gli artisti in cartellone. Come l’anno scorso, il laboratorio terminerà, in primavera, con una restituzione in forma di allestimento aperto al pubblico. Un percorso che la scorsa stagione ha regalato grandi soddisfazioni: l’allestimento di fine anno, “La Piccola Pace”, ha infatti vinto il Premio Piccoli Palcoscenici 2014 e il Premio Gaber 2014 per le giovani generazioni (Grosseto). Non solo: in seguito all’esperienza fatta, alcuni dei giovani partecipanti sono stati coinvolti in due nuove produzioni de La Piccionaia “I tre porcellini” e “La battaglia dei pedali”, che li vedrà in scena dall’autunno come attori professionisti.


Prenota spettacolo


Data/ora spettacolo

Cognome

Nome

Telefono

E-mail

Numero totale di posti che si intendono prenotare

Note aggiuntive

Cliccando sul tasto prenota dichiari di aver letto e accettato la normativa privacy di questo sito